Villa in Brianza

Missaglia -LC- 2005

L’approccio creativo ha visto lo sviluppo di un elemento regolare del fabbricato, la scala centrale a struttura circolare, la cui forma scomposta, tagliata, interrotta diventa riferimento degli ambienti della casa. A interrompere la regolarità del cerchio, un setto divisorio rivestito in pietra che separa le due macro aree giorno e notte della residenza svelando, al contempo, la presenza di un prospetto in antitesi a quello frontale per forma e materia.

La villa si aggrega idealmente alle diradate abitazioni intorno alla sua zona residenziale, distinguendosi però dalle altre case per lo studio dei volumi e per l’intento di esaltare i materiali nella loro distinta importanza, in un approccio sia funzionale che estetico. I materiali adoperati raccontano il tentativo costante di armonizzare le linee geometriche inedite dell’abitazione con le caratteristiche dell’ambiente circostante. Oltrepassato in cancello in acciaio e vetro satinato, si prosegue per il vialetto in cemento spazzolato che si biforca per accedere, a sinistra, a una rampa con parapetto in ferro che guida all’autorimessa interrata; da destra si giunge all’ingresso principale. Il percorso apre alla vista del giardino, in lieve dislivello rispetto alla struttura, dove è ripresa la comosizione circolare della villa con gradinate in pietra composte come un piccolo anfiteatro.